Il gioco che cura

21 Ottobre 2017 ore 9.30 – 13.00

28 Ottobre 2017 ore 9.30 -13.00 replica

Disagi emotivi e difficoltà relazionali: come trasformarli con il gioco e la narrazione.

E’ bene ricordare che il gioco è esso stesso una terapia. Fare in modo che i bambini siano messi in condizione di giocare è di per sé una psicoterapia che ha applicazione immediata e universale.

(Donald Winnicott – Gioco e Realtà)

La mente è fondata sulla sua stessa attività narrativa, nel suo fare fantasia.

(James Hillman – Le storie che curano)

Recenti ricerche nel campo delle neuroscienze hanno scoperto che il “sistema gioco” è uno dei sette sistemi affettivi di base presenti nelle antiche regioni subcorticali del cervello di tutti i mammiferi. Questi moderni studi dimostrano l’importanza del gioco nello sviluppo psico-fisico del bambino e dell’adolescente confermando l’ipotesi della psicoanalisi che da quasi un secolo cura i bambini attraverso le “sedute di gioco”. Contemporaneamente gli studi di narratologia e antropologia filosofica evidenziano come la “narrazione” abbia un ruolo decisivo nella costruzione del Sé.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di sensibilizzare i genitori sull’importanza del gioco nella vita emotiva, affettiva e relazionale del bambino. Il gioco ha numerose funzioni: educativa, sociale, emotiva, ma soprattutto è un’occasione per i genitori di accedere ad una dimensione “duty free” ovvero libera dalle regole e dai doveri della vita quotidiana. I genitori che riescono a giocare insieme ai propri figli creano momenti di condivisione che si depositano nel campo emotivo di entrambi e costituiscono la base per la costruzione di una relazione basata sullo scambio e sulla fiducia reciproca.

L’iniziativa intende inoltre far conoscere ai genitori  alcune nuove ricerche  riguardanti esperienze di narrazione nei primi anni di vita. e mostrare come, sin dalla più tenera età, le storie nutrono e favoriscono lo sviluppo della mente del bambino.

Saranno presentati video riguardanti l’esperienza di narrazione genitori-bambini 0/2 anni, spezzoni di film e vignette cliniche che aiuteranno il pubblico a cogliere meglio l’ applicazione della teoria nella vita quotidiana.

Come partecipare

Per partecipare all’evento è necessario inviare via mail la scheda d’iscrizione

Il numero dei posti è limitato e verrà confermata l’avvenuta iscrizione.

Alcuni Genitori nella stanza adibita alla psicoterapia dei bambini per parlare insieme del “Gioco che Cura”.
Grazie a tutti per la partecipazione e la disponibilità.

Data

Ott 21 2017 - Ott 28 2017

Ora

09:30 - 13:00